Il Tempio di El Khasneh a Petra

Il Tempio di al-Khazīna al-Firaʿūn, o se preferite El Khasneh.

Si tratta probabilmente del più spettacolare (o uno dei più spettacolari) monumenti realizzati dalla civiltà Nabatea a Petra, nel sud della Giordania, situata nel deserto arabo-siriano. Nella sola città di Petra sono stati classificati più di 800 edifici e almeno 500 tombe.

pam9tdgc5pmkcdr.T0

Il tempio di ispirazione ellenistica, realizzato probabilmente intorno al primo secolo a.c. (si ipotizza tra l’87 ed il 62 a.c.) per ospitare la tomba di re nabateo Areta III detto “Filelleno”. Si pensa inoltre che la tomba fu commissionata dal fratello e successore del re, Areta IV che regno presumibilmente tra il 40 ed il 9 a.c.
Il tempio mostra un perfetto connubio di civiltà, da una parte la cultura e la tradizione persiana e dall’altra l’arte e la cultura ellenistica.

Bronze_Coin_of_Aretas_IV

 

La sua esistenza ci ricorda di continuo che l’arte è qualcosa di universalmente riconosciuto -non può essere solo “interpretativa”- ma deve necessariamente comunicare qualcosa a chi vi si trova di fronte e la sua “sacralità” va ben oltre le apparenze, le correnti, il tempo e lo spazio.

El Khasneh è una vera e propria pietra miliare, perdonate il gioco di parole, un edificio immenso, scavato lungo una parete rocciosa e situato di fronte allo sbocco della stretta gola di accesso al sito antico di al-Siq – un canyon che costituisce l’ingresso principale all’antica città-.

20100925_petra308

Il tempio è per sua natura destinato a durare in eterno, El Khasneh in questo senso rappresenta un messaggio per i posteri -purtroppo ignorato troppo a lungo-, ci ricorda che “lo scontro e l’incontro di civiltà è sempre un laboratorio di civiltà“. Una frase forse banale lo ammetto, ma se ci riflettiamo per un secondo, diventa evidente, grazie agli innumerevoli esempi disseminati lungo i millenni e germogliati nelle diverse civiltà, che, ogni qual volta una civiltà o un popolo è entrato in contatto con un’altra civiltà o un altro popolo, possa questo essere lontana nel tempo e nello spazio, quell’incontro ha dato vita ad opere di straordinaria bellezza e l’intera umanità ha potuto compiere un importante balzo in avanti.

PetraMap

Lì in Giordania, la cultura ellenistica incrociava e si intrecciava con la cultura persiana dando vita a qualcosa che sarebbe sopravvissuto per migliaia di anni e anche più.

Commenti

Siria, una Guerra Giusta ?

Queste sono le due diverse chiavi interpretative di ciò che sta succedendo in queste ore. “Trump ha “smesso di fare l’idiota” ed […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: