DARK DISNEY || Massacri, stupri, razzismo e torture nelle più famose fiabe per bambini

Disney è ormai parte dell’infanzia della stragrande maggioranza della popolazione occidentale, grazie ai suoi personaggi e alle sue canzoni abbiamo vissuto la magia dell’animazione. Walt Disney ha sempre preso ispirazione da leggende e folklore di diverse nazioni per scrivere i suoi film, ma ha preferito omettere o modificare alcuni passaggi.

Come mai  ? beh … 

  1. Biancaneve

Il primo lungometraggio di casa Disney è ispirato al racconto dei fratelli Grimm e varia nei seguenti punti:

  •  La Regina Cattiva nella fiaba originale chiede al cacciatore di riportarle il cuore e l’intestino di Biancaneve in modo da poterli mangiare
  •  Il Principe invece di risvegliare la bella Biancaneve con un bacio del vero amore cerca di rubare la bara e portarla via ma durante lo spostamento il cofano cade e con lui anche la bella ragazza che finisce con lo sputare fuori il pezzo di mela avvelenato.
  •  Biancaneve inviterà la Regina al suo matrimonio con il principe ma solo per farla ballare con delle scarpe roventi fino alla morte.

Orribile si ma questo non è nulla in confronto a quello che è Cenerentola.

  1. Cenerentola

I fratelli Grimm devono aver avuto di sicuro una passione per il “gore” o lo splatter perché certe cose sono assolutamente rivoltanti per noi come lo erano secoli fa.

  •  Quando il ciambellano di corte gira per il regno provando la scarpetta, una delle sorellastre verrà spinta dalla matrigna a tagliarsi l’alluce e parte del tallone, cosa che convincerà il principe finché non gli verrà detta la verità da un paio di colombe.
  •  Al matrimonio di Cenerentola invece quelle stesse colombe staccheranno le orbite alle sorellastre.

Yup. Disgustoso. Però siamo ancora agli inizi.

  1. La Bella Addormentata

Okay, nella versione dei fratelli Grimm è una storia normale ma in quella di Giambattista Basile invece le cose prendono una altra piega.

  •  Il principe Filippo trova Aurora addormentata ma invece che svegliarla con il bacio del vero amore decide di avere un rapporto sessuale nel quale la bacia.
  •  Mentre la principessa è addormentata partorisce 2 gemelli e si sveglia solo quando uno dei due succhia via la spina dal suo dito.

Come al solito “Italians do it better”.

  1. Pinocchio

C’è qualcosa che non va con noi italiani, Collodi infatti sembra si sia fatto scappare un po’ troppo la mano nel cercare di avvertire i bambini dei pericoli della disobbedienza.

  •  Appena Geppetto insegna a Pinocchio come camminare, quest’ultimo scappa in città e incontra un carabinieri il quale pensa che Geppetto sia stato violento con il bambino e lo imprigiona per un giorno.
  •  Pinocchio torna a casa del falegname dove viene rimporverato dal Grillo al quale lancia un martello uccidendolo.
  •  Nel finale della storia Pinocchio incontra Lucignolo in versione asino e invece che aiutarlo lo lascia morire nelle mani del contadino

Collodi non sopportava la disobbedienza.

  1. La Sirenetta

Hans Endersen si è fatto prendere un po’ la mano dall’esoterismo.

  • A quanto pare le sirenette non ottengono una vita dopo la morte e quindi Ariel chiede le gambe ad Ursula non solo per poter guadagnare l’amore del principe ma anche nella nella speranza di raggiungere il paradiso.
  • Ogni passo che fa con le nuove gambe la fa soffrire come se camminasse su centinaia di coltelli affilati.
  • Nella fiaba originale non riesce a conquistare il principe, che lei aveva adocchiato nella speranza di baciare ed ottenere una parte della sua anima sempre nella speranza di raggiungere il paradiso.
  • La fiaba finisce con lei si butta in mare suicidandosi ma viene trasformata in una “figlia dell’aria” o da quel che ho capito una brezza marina.

Alla fine nella sua forma gassosa Ariel raggiunge comunque il regno dei cieli quindi è un finale felice no?!

  1. Il Gobbo di Notre Dame

C’è poco da aspettarsi quando l’autore dell’opera è lo stesso de “Les Miserables”, Victor Hugo.

  • Frollo impicca Esmeralda.
  • Quasimodo ammazza Frollo.
  • Il gobbo disperato piange sulla carcassa della zingara e muore di fame.

Siamo alla sesta fiaba e fino a qui il miglior finale riguarda un pesce suicida. Si può solo migliorare no?

7. Red e Toby nemiciamici

  • Toby nel libro ha due 2 compagne e un paio di cuccioli che vengono ammazzati tutti dal cacciatore.
  • Amos nel tentativo di uccidere la volpe dissemina nel bosco diverse trappole ma finisce con l’uccidere animali domestici e pure un bambino.
  • Amos è un alcolizzato.
  • Nel finale la volpe muore esausta nel tentativo di fuggire dall’ex amico, mentre il fedele cane da caccia viene ucciso dal proprio padrone perché nel rifugio per anziani nel quale doveva andare non era permesso l’ingresso agli animali.
  1. Alice nel Paese delle Meraviglie

La fiaba non ha granché di grottesco o spaventoso ma Lewis Caroll era quasi sicuramente un pedofilo e aveva chiesto di avere in matrimonio la piccola Alice Liddell (è esistita per davvero) dai signori Liddell, la bambina a quei tempi aveva 11 anni e sono stati ritrovati diversi disegni fatti dall’autore che rappresentavano bambini nudi. Vorrei ricordarvi che si tratta dell’Era Vittoriana, una epoca in cui i bambini si ritrovavano a fare 12 ore di lavoro e nessuno alzava un dito.

  1. Aladino
  • Il ladruncolo di Agrabah si porta via decine di tesori dalla caverna delle meraviglie e le vende ad un mercante che nella fiaba viene definito “un ebreo più avido e ingannatore di tutti gli altri ebrei”.
  • Aladino rapisce la principessa e il principe a cui era data in sposa tutte le notti e congela quest’ultimo per impedire che si consumi la notte di nozze per poi rimandarli al loro posto il mattino dopo.
  • Jasmine non consente mai nella storia a sposare ne lui ne l’altro principe.

Antisemitismo a parte è una delle storie più belle che abbia letto e ne consiglio la lettura.

  1. Pocahontas

Qui però non si tratta di una opera di finzione ma della vera storia di una donna realmente esistita.

  • John Smith si ferisce e torna in Inghilterra ma i coloni raccontano agli indigeni che è morto in un attacco pirata.
  • Non si ha alcun dato che possa confermare che Pocahontas fosse consenziente al matrimonio con John Rolfe.
  • Una volta portata in inghilterra verrà esibita agli inglesi come simbolo della “Virginia selvaggia ma domata”.

Triste ma vero.

  1. Rapunzel

Si torna ai fratelli Grimm!

  • In una delle versioni minori, Dama Gothel ricopre d’unguento i capelli di Rapunzel e in questo modo fa cadere il principe a terra ammazzandolo e lasciando la principessa intrappolata lì per sempre.
  • In quella originale invece il principe cade su delle spine e diventa cieco mentre la principessa viene cacciata nei boschi, mesi dopo si ritroveranno e le sue lacrime gli ridaranno la vista.
  1. Mulan

Qui la storia rimane sempre la stessa per gran parte ma come al solito è il finale ad avere la svolta dark.

  • Mulan torna a casa per scoprire che tutta la sua famiglia è morta, non le resta che diventare una concubina ma rifiutata questa opzione preferisce suicidarsi con onore.

E qua finisce il nostro viaggio nell’orrore della letteratura. Ho saltato volontariamente alcune storie le quali, pur contenendo qualche elemento dark non le ho considerate abbastanza interessanti.

 

Commenti
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: