Due minuti e mezzo alla mezzanotte || L’Osservatorio

In questo articolo, pubblicato da Lawrence Krauss e David Titley sulla opinion page del new york Times, si osserva come, quest’anno, gli autori del Bulletin (il bollettino degli scienziati atomici), sembrerebbero intenzionati a far avanzare ulteriormente l’orologio dell’apocalisse verso la mezzanotte.
Per la prima volta dall’istituzione del Doomsday Clock, le ragioni dell’avanzamento delle lancette, vanno ricercate principalmente tra le dichiarazioni di una singola persona, ovvero, il neoeletto presidente degli stati uniti d’america Donald Trump.

Con questo avanzamento, l’orologio attualmente fisso sui 3 minuti alla mezzanotte, raggiungerebbe i 2 minuti. L’unica altra volta che l’orologio è stato così vicino alla mezzanotte fu nel 1953, in un momento di grande tensione internazionale tra USA e URSS, entrambe in possesso di ordigni termonucleari, e sull’orlo di un conflitto nucleare.

In questa serie di grafici pubblicati sulla pagina dell’orologio del bulletin http://thebulletin.org/doomsday-dashboard, vengono mostrati i vari “fattori” che possono influenzano lo spostamento delle lancette da parte della comunità scientifica.

L’ultimo avanzamento importante delle lancette è avvenuto nel 2015 ed ha portato l’orologio da -5 a -3

“Il rapido cambiamento climatico, la proliferazione e modernizzazione globale degli armamenti atomici continuano a costituire un enorme rischio per l’esistenza dell’intera umanità, e i leader politici hanno fallito nell’agire per proteggere la popolazione dall’imminente catastrofe.

Tuttavia, il potere simbolico dell’orologio non è stato molto efficacie, e le crescenti tensioni nel mondo verificatesi negli ultimi 2 anni, hanno portato gli scienziati del bulletin ad un nuovo avanzamento.

L’insurrezione della nuova minaccia rappresentata dallo Stato Islamico con i numerosi attentati in Europa e nel mondo, l’elezione del neo presidente statunitense Donald Trump e il considerevole numero di eventi catastrofici nel mondo

Questa volta le lancette sono state spostate di +0,5 minuti, portando l’orologio a 2 minuti e mezzo dalla mezzanotte.

Secondo la dichiarazione ufficiale, pubblicata sul portale del bulletin

IT IS TWO AND A HALF MINUTES TO MIDNIGHT
For the last two years, the minute hand of the Doomsday Clock stayed set at three minutes before the hour, the closest it had been to midnight since the early 1980s. In its two most recent annual announcements on the Clock, the Science and Security Board warned: “The probability of global catastrophe is very high, and the actions needed to reduce the risks of disaster must be taken very soon.” In 2017, we find the danger to be even greater, the need for action more urgent. It is two and a half minutes to midnight, the Clock is ticking, global danger looms. Wise public officials should act immediately, guiding humanity away from the brink. If they do not, wise citizens must step forward and lead the way.  See the full statement from the Science and Security Board on the 2017 time of the Doomsday Clock.”

DUE MINUTI E MEZZO ALLA MEZZANOTTE
Negli ultimi due anni, la lancetta dei minuti del Doomsday Clock rimase fissato a tre minuti prima dell’ora, il momento più vicino alla mezzanotte sin dal 1980. Nelle ultime due conferenze annuali sull’orologio, il Consiglio della scienza e della Sicurezza ha avvertito: “La probabilità di catastrofe globale è molto alta, e le azioni necessarie per ridurre i rischi di disastro deve essere preso quanto prima” Nel 2017, il pericolo è aumentato, la necessità di interventi è più urgente. Si tratta di due minuti e mezzo a mezzanotte, il tempo stringe, il pericolo globale incombe. Funzionari pubblici più saggi dovrebbero agire immediatamente, guidando l’umanità lontano dal baratro. Se non lo fanno, saggi cittadini devono farsi avanti e aprire la strada. Vedere la dichiarazione completa del consiglio Scienza e la Sicurezza sul tempo 2017 del Doomsday Clock”.

Commenti
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: