Il mostro pollo senza testa

I fondali oceanici sono qualcosa di oscuro e misterioso, apparentemente vicini e pure, a volte più lontani ed irraggiungibili dello spazio profondo, e può sembrare paradossale ma abbiamo realmente più occhi puntati verso le stelle che vero i fondali oceanici, disponiamo di immensi database contenenti informazioni su milioni di pianeti, stelle, conosciamo innumerevoli sistemi solari al di fuori del nostro e pure, ancora ci sorprendiamo delle bizzarre creature che dimorano nei fondali oceanici , e ancora ci sorprendiamo di scoprire nuove specie animali che dimorano nelle oscure profondità del mare.

Il pesce noto come “mostro pollo senza testa” non è nulla di realmente mostruoso e non è una creatura sconosciuta, è semplicemente una creatura molto rara di cui si sa ben poco, ma andiamo con ordine e cerchiamo di capire cosa sappiamo di questo mostriciattolo marino e perché è chiamato così.

Cominciamo col dire che appartiene alla specie Enypniastes eximia facente parte della classe di echinodermi noti comunemente come cetrioli di mare, specie comune anche nei nostri mari, questa variante in particolare è nota con il nome di pesce pollo senza testa o ballerina spagnola, ed il perché di questo nomignolo è facilmente intuibile.

Proprio come il cetriolo di mare, anche il pesce pollo senza testa ricorda ciò che il suo nome evoca, le sue fattezze sono quelle di un pollo arrosto, quindi decapitato e spennato, che però, invece di ruotare su di uno spiedo accanto al fuoco, vaga tra i fondali oceanici, e da quel po’ che sappiamo di questa creatura, vaga anche tanto, o meglio, è una creatura molto diffusa negli oceani di tutto il mondo e se bene non se ne abbia alcuna stima del numero di esemplari, sappiamo che è possibile incontrarli sia tra le acque del Golfo del Messico, dove nel 2017 è stato filmato per la prima volta, sia al largo della costa australiana nell’oceano Antartico, dove è stato fotografato nell’estate del 2018.

Tra i principali motivi per cui questa creatura dall’aspetto appetitoso ed inquietante, è stata fotografata e filmata per la prima volta soltanto nel 2017, nonostante si sappia della sua esistenza da oltre un secolo, è perché vive solitamente ad una profondità di circa 3000 metri e le sue dimensioni variano tra i 10 ed i 25 centimetri, analogamente al cetriolo di mare, suo cugino più comune poiché vive in acque meno profonde ed è facile da incontrare anche a riva.

Il primo avvistamento documentato del pesce pollo senza testa, che gli è valso questo simpatico soprannome, risale al finire del XIX secolo, anche se è molto probabile che vi siano avvistamenti precedenti che però sono rimasti ancorati alle storie di mare e marinai che hanno alimentato miti e leggende di mostri marini… chissà che il pesce pollo senza testa non sia una delle creature che hanno ispirato i miti di Cthulhu e degli altri antichi, anche se, trattandosi di una creatura mite ed innocua, è molto probabile che non sia proprio un parente diretto del possente Cthulhu, forse un lontano cugino da parte di padre.

Tornando al pesce pollo senza testa, diversamente dai suoi cugini più comuni, il pesce pollo è dotato di piccoli tentacoli che usa per muoversi sul fondale oceanico ed una sorta di velo che gli permette di sfruttare le correnti oceaniche per muoversi molto rapidamente in acqua in caso di necessità, ad esempio per sfuggire ai predatori. 

Commenti
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: