L’Armistizio di Cassibile, firmato il 3 e applicato l’8 settembre 1943

La firma era avvenuta il 3 settembre a Cassibile, in Sicilia, successivamente il “governo” Badoglio (che si era sostituito al governo Mussolini) ebbe alcuni ripensamenti, la situazione dell’italia in quel momento era molto “instabile” truppe tedesche stanziavano in ogni angolo del paese, e cambiare schieramento significava rendere l’italia un paese “occupato” e questo avrebbe messo in pericolo le vite di milioni di italiani che vivevano lontano dal “fronte”.
Per diversi giorni discusse sul da farsi, “comunicare” la “resa” agli alleati, o rendere vana la firma e continuare a combattere al fianco dei tedeschi ?


Alla fine il governo decise di rispettare la firma, in quanto, i servizi segreti tedeschi erano venuti a conoscenza della firma, non ancora ufficializzata, e un passo in dietro avrebbe significato per l’italia trovarsi a dover combattere da un lato contro i tedeschi e dall’altro contro gli alleati, questa opzione avrebbe raso al suolo il paese, ma Badoglio era intenzionato a mettere fine alla guerra, e così, l’8 settembre, sotto le pressioni del generale e futuro direttore della CIA Walter Bedell Smith, comunico alla nazione l’armistizio, erroneamente interpretato da numerosi giornali come “la fine della guerra” in realtà , per l’italia era appena iniziata.

Contrariamente a quanto si crede , non fu l’allora presidente del consiglio Pietro Badoglio a firmare l’armistizio, Badoglio era impegnato a roma a ricostruire e ricostituire gli organi di governo divorati e svuotati dal regime fascista, e ad occuparsi degli “alleati” fu il Generale Giuseppe Castellano.

La-firma-a-Cassibile-1000x600

Nella foto, che immortala il momento della firma troviamo, da sinistra, impegnato a firmare, il generale statunitense Walter Bedell Smith, in piedi al suo fianco troviamo il commodoro inglese Royer Dick, il maggiore generale statunitense Lowell Rooks, il capitano inglese De Haar, seguono il generale italiano, in borghese, Giuseppe Castellano, con alle spalle il brigadiere generale inglese Kenneth Strong e infine il funzionario degli Esteri italiano Franco Montanari, interprete per parte italiana.

Clicca qui per ascoltare il comunicato radio con cui il maresciallo Pietro Badoglio comunica l’avvenuto armistizio

 

Commenti
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: